Lettere - Ulteriori Attività e Idoneità linguistica

 

IDONEITÀ LINGUISTICA

Il Corso di Studi in Lettere L‐10 prevede, al terzo anno a tempo pieno, il superamento di una idoneità linguistica per 3 CFU.
Le modalità previste dal Regolamento del Corso di Studio (Art. 29 Lingua straniera) sono qui indicate: “La prova nella lingua straniera (inglese, o francese, o tedesco o spagnolo) è prevista ed è valutata 3 (tre) crediti. Le modalità di fiscalizzazione e i corsi sono affidate di norma ai docenti titolari degli insegnamenti di Lingua e Traduzione inglese, francese, tedesca e spagnola, e avverranno secondo modalità concordate con il C.C.S. di Lettere. Verranno inoltre accettati, con presa d’atto del Presidente del corso di studio o di un suo delegato, senza sottoporre gli studenti a ulteriori test, i certificati a partire dal livello B1 rilasciati dalle seguenti istituzioni riconosciute dal Ministero della Pubblica Istruzione: Alliance Française, Cambridge UCLES (University of Cambridge Local Examination Syndicate), Cervantes, City and Guilds International Pitman, ESB English Speaking Board, Goethe Institut, Trinity College. Chi ha ottenuto un certificato tra quelli indicati sopra è invitato a presentarlo fin dal primo anno per il riconoscimento, o alla prima occasione utile; la richiesta di riconoscimento può essere consegnata in segreteria insieme al piano di studi".

 

ULTERIORI ATTIVITÀ “CREDITI RISERVATI ALL’ATENEO ALLE ATTIVITÀ EX ART. 10, COMMA 5, LETTERA D”

Esercitazioni di lingua latina. La partecipazione, con firme di frequenza rilasciate dalla professoressa Rita Giublena, a 50 ore di esercitazioni di lingua latina, triennale (morfologia) e/o magistrale (sintassi), dà diritto al riconoscimento di 2 CFU. I due CFU sono assegnati solo se non risulta inserito nel piano di studi presentato dallo studente nessuno dei due corsi di “Introduzione alla lingua e alla civiltà letteraria latina” (triennale) o “Cultura latina” (magistrale), di cui è titolare la prof.ssa Raffaella Tabacco).
Referente dell’attività è la professoressa Rita Giublena (rita.giublena@uniupo.it).

Viaggio di istruzione in Grecia organizzato dal Dipartimento di Studi Umanistici UPO insieme al Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università di Torino. Attività proposta dalla prof. Raffaella Tabacco e la cui frequenza dà diritto, se accompagnata dalla stesura di una relazione sulle attività svolte, al riconoscimento di 3 CFU. Il viaggio, della durata di una settimana, con 3 ore di lezione giornaliere, si svolgerà nel corso del mese di Maggio 2019 (date e tema del viaggio saranno precisati nel mese di ottobre). L’attività è aperta a tutti gli studenti del Corso di Studio, nelle due sedi di Vercelli ed Alessandria.
Referente dell’attività è la professoressa Raffaella Tabacco (raffella.tabacco@uniupo.it)

Ciclo di 5 conferenze e seminari di cultura classica, organizzati dal Dipartimento di Studi Umanistici UPO (proff. Luigi Battezzato, Raffaella Tabacco e Gabriella Vanotti) e dall’Associazione Italiana di Cultura Classica, delegazione di Vercelli. La partecipazione alle 5 conferenze dà diritto al riconoscimento di 1 CFU. I proponenti si fanno garanti del fatto che al CFU erogato corrispondano 25 ore di lavoro di ogni studente. L’attività è aperta a tutti gli studenti del Corso di Studio, nelle due sedi di Vercelli ed Alessandria.
Referenti dell’attività sono i professori Luigi Battezzato (luigi.battezzato@uniupo.it), Raffaella Tabacco (raffella.tabacco@uniupo.it) e Gabriella Vanotti (gabriella.vanotti@uniupo.it).

Convegno internazionale per l'ottavo centenario della fondazione dell'abbazia di S. Andrea a Vercelli. Nei giorni da mercoledì 29 aprile a sabato 1° giugno 2019 si svolgerà nei locali del DISUM (Cripta di Sant’Andrea) il Convegno internazionale di studi in occasione dell'ottavo centenario della fondazione dell'abbazia di S. Andrea a Vercelli (1219-2019), organizzato dall'Ateneo, dal Dipartimento di Studi Umanistici e dalla Società storica Vercellese, sotto la direzione scientifica del professor Saverio Lomartire (aspetti monumentali) e del professor Alessandro Barbero (aspetti storici). Il congresso, al quale parteciperanno numerosi importanti relatori italiani e stranieri, tutti specialisti noti dei temi trattati, si articolerà in sei sessioni, per un totale di non meno di 32 ore di relazioni e dibattiti. La prima giornata sarà dedicata agli aspetti storici, la seconda e la terza agli aspetti monumentali (architettonici, storico artistici, archeologici), mentre nella quarta giornata si affronteranno i temi dei restauri antichi e moderni al complesso abbaziale, della documentazione recente relativa al rilevamento e al monitoraggio del monumento, alla sua salvaguardia e alle prospettive della sua tutela e valorizzazione. A questa giornata interverranno anche i rappresentanti delle Amministrazioni pubbliche coinvolte e delle Soprintendenze competenti. Agli studenti che parteciperanno a tutti gli incontri sarà richiesta una relazione scritta concernente ciascuno degli interventi, per un carico di lavoro complessivo di 75 ore (36+39 ore). Il professor Saverio Lomartire, referente dell’attività, predisporrà, attraverso il tavolo di segreteria e di accoglienza presente nella sede del convegno, la raccolta le firme degli studenti frequentanti. La partecipazione a tutti gli incontri e la redazione delle corrispettive relazioni comporteranno il riconoscimento di 3 CFU. La partecipazione alla sola sessione dedicata ai temi storici (29 maggio 2019), ovvero ad una sola delle altre giornate dedicate agli altri aspetti monumentali, storico-artistici, di tutela e valorizzazione, con la redazione relativa ai corrispettivi interventi (carico di lavoro complessivo 25 ore), comporterà il riconoscimento di 1 CFU. L’attività è aperta a tutti gli studenti del Corso di Studio, nelle due sedi di Vercelli ed Alessandria, e in particolare gli studenti di Storia medievale, di Storia dell'Arte e di Archeologia.
Referente dell’attività è il professor Saverio Lomartire (saverio.lomartire@uniupo.it).

Viaggio di istruzione a Roma, con visita alle chiese e ad altri luoghi contenenti opere del pittore Giovanni Baglione (c. 1569-1643). Il viaggio avrà luogo nel corso del mese di marzo 2019, avrà la durata di tre giorni con due pernottamenti e sarà parte integrante del corso di Storia dell'Arte Moderna presso la sede di Alessandria (non conferirà quindi CFU aggiuntivi agli studenti iscritti a tale corso), ma sarà rivolto a tutti coloro che desidereranno prendervi parte, a cominciare dagli studenti del corso di Storia dell'Arte Moderna dello scorso Anno Accademico (2017-18) e, più in generale, agli studenti sia della sede di Alessandria sia di quella di Vercelli che abbiano inserito nel loro piano di studi più esami di Storia dell’arte. L’attività è comunque aperta a tutti gli iscritti al Corso di Studio, in entrambe le sedi di Alessandria e Vercelli. Si precisa che i costi di tale attività saranno a carico degli studenti partecipanti. Per tutti costoro il viaggio di istruzione potrà conferire 2 CFU, a patto che partecipanti redigano un elaborato scritto sui luoghi visitati e gli argomenti che verranno trattati. I 2 CFU verranno acquisiti mediante 12 ore di didattica frontale, distribuite nell’arco dei tre giorni, e quindi 38 ore di studio individuale.
Docente di riferimento dell’attività è il professor Antonio Vannugli (antonio.vannugli@uniupo.it).

Seminario di studi teorie e pratiche della narrazione a confronto. Nei giorni di giovedì 21 febbraio e venerdì 22 febbraio 2019 si svolgerà nei locali del DISUM il Seminario di studi Teorie e pratiche della narrazione a confronto, organizzato dalla professoressa Stefania Sini con la professoressa Franca Sinopoli (Sapienza, Università di Roma). Il seminario si propone di riflettere, in una prospettiva transdisciplinare e transnazionale, sul rapporto tra gli studi narratologici "classici", le successive e recenti proposte teoriche sulla narrazione sviluppatesi in contesti disciplinari e culturali diversi e la loro efficacia esplicativa rispetto a differenti pratiche narrative, sia letterarie sia pertinenti ad altre aree semiotiche. Sono previsti 8 interventi presentati da docenti e specialisti di chiara fama provenienti dall’Italia e dall’estero. Le due mezze giornate consisteranno di 8 ore totali di interventi e dibattiti. I partecipanti al seminario dovranno preparare delle letture assegnate in anticipo da ciascun relatore. Agli studenti che parteciperanno a tutti gli incontri sarà richiesta una relazione scritta concernente ciascuno degli interventi, per un carico di lavoro complessivo di 50 ore: 18 ore (letture dei materiali) + 8 ore (frequenza) +24 ore (preparazione della relazione). La professoressa Stefania Sini (stefania.sini@uniupo.it), referente dell’attività, raccoglierà le firme degli studenti frequentanti. La partecipazione alle due mezze giornate con la preparazione delle corrispettive letture e la redazione della corrispettiva relazione comporteranno il riconoscimento di 2 CFU. La partecipazione ad una mezza giornata con la preparazione delle corrispettive letture e la redazione della corrispettiva relazione comporteranno il riconoscimento di 1 CFU. L’attività è aperta a tutti gli studenti del Corso di Studio, nelle due sedi di Vercelli ed Alessandria.

Scuola estiva di Glottologia e Linguistica. A settembre 2019 si svolgerà a Lignano Sabbiadoro (Complesso turistico Bella Italia – EFA Village, viale Centrale 29, Lignano Sabbiadoro) e Udine (Università degli Studi di Udine, palazzo Antonini, via Petracco 8, Sala Convegni ‘Roberto Gusmani’) la 44° edizione della Scuola estiva di Glottologia e Linguistica, organizzata dalla Società Italiana di Glottologia. Quattro professori di chiara fama terranno tre lezioni ciascuno. A queste dodici lezioni, ciascuna della durata di 90 minuti, si aggiunge una lectio magistralis; la scuola prevede dunque nel suo complesso la frequenza di 18 ore di lezione. Tutte le informazioni (programma, bando, modulo di iscrizione) sono reperibili all’indirizzo della scuola: https://sites.google.com/view/scuolasig/home. Agli studenti sarà richiesto di svolgere individualmente un elaborato finale, consistente nella redazione di una relazione scritta sui temi discussi, per un carico di lavoro complessivo di 50 ore (18 + 32), da consegnare alla referente della attività (professoressa Marina Castagneto). La scuola è una attività a pagamento. Il costo complessivo di 230 euro è comprensivo di: quota di iscrizione (pari a € 50); quota di soggiorno (pari a € 180; include: tre pernottamenti in camera doppia ‒ non sono disponibili camere singole; gli abbinamenti verranno decisi dagli organizzatori; pasti per l’intera durata del Corso, inclusa la cena sociale conclusiva mercoledì sera alla presenza della Presidente e del Direttivo della SIG; visita culturale presso il Centro Studi “Pier Paolo Pasolini” di Casarsa della Delizia). Non è prevista alcuna borsa di studio. Si tratta di una attività aperta a tutti gli studenti del Corso di Studio in Lettere L‐10, nelle due sedi di Vercelli e di Alessandria. Per le firme farà fede l'attestato di partecipazione che verrà fornito agli studenti che frequenteranno la scuola.
Referente dell’attività è la professoressa Marina Castagneto (marina.castagneto@uniupo.it). Per la partecipazione alla scuola della Società Italiana di Glottologia verranno riconosciuti 2 CFU.

Laboratorio di Epigrafia e Storia greca. Il laboratorio, tenuto dalla professoressa Gabriella Vanotti con la collaborazione della dottoressa Martina Zerbinati, è riservato agli studenti che hanno seguito negli scorsi anni o seguiranno nell’Anno Accademico 2018-19 il corso magistrale di ‘Storia Greca’. Esso intende offrire una conoscenza approfondita di alcuni temi della storia politica ateniese tra VI e V secolo. La documentazione su pietra si rivela spesso una fonte essenziale per la comprensione di particolari cambiamenti istituzionali e politici, che integra e completa le informazioni tramandate dalle fonti letterarie. Durante le lezioni si affronteranno i seguenti argomenti: Lezione 1: un’introduzione all’epigrafia greca. Lezione 2: alcune iscrizioni di età tirannica. Lezione 3: alcune iscrizioni del periodo delle guerre persiane. Lezione 4: la politica edilizia di Pericle. Lezione 5: Atene e l’Occidente. Lezione 6: la spedizione ateniese in Sicilia. La regolare presenza alle sei lezioni, per un totale di 12 ore, e la presentazione di relazioni dettagliate, concordate con la docente, consentirà di acquisire 2 CFU (impegno complessivo stimato 50 ore, 12 di frequenza + 38 per la stesura delle relazioni).
Referente del laboratorio è la professoressa Gabriella Vanotti (gabriella.vanotti@uniupo.it).

Sede di Alessandria. Laboratorio di Archeologia dell’Architettura “Costruire nel medioevo: tecniche costruttive, materiali, saperi e cantieri”. L’attività proposta avvicina lo studente allo studio archeologico dell’edilizia storica, con particolare attenzione ai metodi dell’archeologia dell’architettura, alle tecniche di riconoscimento delle diverse fasi costruttive e di datazione delle strutture, da quelli tradizionali alle nuove tecnologie applicate. Lo studente sarà accompagnato, attraverso un primo inquadramento teorico e quindi mediante un’attività pratica a diretto contatto con le murature, nell’identificazione e descrizione delle caratteristiche dei materiali costruttivi impiegati nell’edilizia medievale, dai pavimenti ai tetti (pietre, laterizi, malte, intonaci …), nonché nell’apprendimento delle soluzioni adottate nel medioevo per la loro messa in opera. Il laboratorio è aperto a tutti gli studenti interessati del corso di laurea in Lettere. Gli incontri si svolgeranno nel primo semestre dell’Anno Accademico 2018-19. Si prevedono 2/3 giornate di lavoro collettivo, organizzate in lezioni frontali sia in Università che su siti dell’Alessandrino, per un totale di 16 ore; allo studente è inoltre richiesto di svolgere individualmente un elaborato conclusivo, che prevede una relazione dettagliata su quanto appreso e una schedatura dei siti visitati, con particolare attenzione agli aspetti costruttivi. Il carico di lavoro complessivo richiesto allo studente è di 50 ore (16 + 34). In occasione degli incontri la docente raccoglierà le firme degli studenti frequentanti. Le visite sul territorio si svolgeranno con mezzo proprio. Gli studenti interessati sono invitati a contattare la docente via posta elettronica entro il 15 ottobre 2018. La partecipazione agli incontri, unitamente alla redazione dell’elaborato, dà diritto al riconoscimento di 2 CFU.
Referente dell’attività e la professoressa Eleonora Destefanis (eleonora.destefanis@uniupo.it).