Lingue Culture Turismo - Profili professionali

Esperti in lingue e culture straniere

I laureati sapranno:

  • gestire a livello elevato i rapporti con l'area linguistica di loro specializzazione, utilizzando: la sicura padronanza delle lingue straniere, in contesti comunicativi che richiedano diverse abilità linguistiche (lettura, scrittura, ascolto, interazione, traduzione); le competenze in campo umanistico e interculturale; le competenze di traduzione di testi letterari, critici e di saggistica culturale; le competenze di produzione e analisi testuale; le competenze di consulenza linguistica nei vari campi in cui avranno acquisito conoscenze specifiche.
  • coordinare con elevata responsabilità la dimensione interlinguistica di rapporti economici e culturali e la comunicazione specializzata in lingua straniera

Possibili ambiti occupazionali: nel settore editoriale; nell’ambito di musei, di archivi e di biblioteche; nell’ambito della comunicazione e delle pubbliche relazioni presso enti pubblici e privati (servizi culturali e organizzazione di eventi culturali); nelle attività di ricerca in ambito umanistico presso enti pubblici e privati. 

I laureati della classe che avranno maturato i 24 cfu previsti dal DM 616/2017, tutti presenti nell’offerta formativa del Dipartimento di Studi Umanistici (DISUM), potranno, come previsto dalla legislazione vigente, partecipare al concorso ordinario per l'insegnamento secondario di primo e secondo grado, bandito con cadenza biennale (Decreto 510/2020), e accedere all'insegnamento di A–24 (a) Lingue e culture straniere negli istituti di istruzione secondaria di II grado; A–25 (a) Lingua inglese e seconda lingua comunitaria nella scuola secondaria di primo grado. (vai al link Formazione insegnanti: https://www.disum.uniupo.it/tutto-studenti/offerta-formativa/formazione-insegnanti-scuole-secondarie)

Esperti nella progettazione e gestione di sistemi turistici

I laureati sapranno: 

  • valorizzare i sistemi turistici territoriali secondo un approccio interdisciplinare, combinando le conoscenze acquisite dagli insegnamenti linguistici, economici, geografici e sociologici; ne sapranno individuare le potenzialità e le debolezze nella prospettiva del marketing territoriale e della governance dei sistemi locali;
  • progettare, promuovere e gestire prodotti turistici e organizzare eventi e manifestazioni culturali, anche in ambiti internazionali

Possibili ambiti occupazionali: Direttore di imprese turistico-alberghiere, direttore di associazioni culturali, organizzatore di manifestazioni ed eventi culturali spettacolari ed espositivi, direttori e dirigenti del dipartimento comunicazione, pubblicità e pubbliche relazioni, di imprese cooperative e consortili del turismo integrato; funzioni di responsabilità nella gestione dei servizi di accoglienza nei beni culturali ed ambientali; nelle istituzioni governative, centrali e decentrate, nei settori del turismo, della cultura, dei beni culturali e ambientali e dello sviluppo locale. I laureati nei corsi di laurea magistrale della classe potranno inoltre svolgere attività di consulenti per gli enti locali e le nuove imprese dell'industria dell'ospitalità.